Cos’è il link building e come si fa

No ratings yet.

Link building significa letteralmente “costruzione di collegamenti” e i collegamenti da siti esterni verso il vostro sito (backlink) sono molto importanti per la SEO.

Oltre a generare traffico, i backlink fanno capire ai motori di ricerca quanto un sito sia popolare ed autorevole nel proprio settore e questo incide nel posizionamento rispetto anche alla concorrenza. E’ quindi ancora più importante che questi link provengano da siti a loro volta autorevoli e che trattino argomenti strettamente collegati a quelli presenti sul sito di destinazione.

Ad esempio, se il mio sito parla di Web marketing, un link dal sito di un falegname non è un link di qualità dal punto di vista SEO. Mi potrà portare del traffico, il che va benissimo, ma non andrà ad incidere nel valore del sito per i motori di ricerca.

Abbiamo quindi capito che un buon link building deve far parte di ogni strategia SEO, ma bisogna fare attenzione perchè un link building sbagliato può essere controproducente.

E allora…

Come si fa un corretto link building e come si ottengono backlink di qualità?

E’ utile fare una premessa: i link sono stati ideati per indirizzare le persone verso contenuti di approfondimento o comunque utili per completare l’informazione presente in una pagina Web e sono alla base del concetto di interattività per il quale il Web ha un senso. Nonostante i backlink aiutino le tue pagine a posizionarsi più in alto nei risultati dei motori di ricerca, e possano aiutare il tuo sito a crescere, non bisogna abusare di questi strumenti perchè si rischia di venire penalizzati da Google.

Questo perchè in passato, quando si era scoperta l’importanza dei backliks per il posizionamento, le persone hanno iniziato ad abusarne andando a chiedere link a destra e a manca, ottenendo collegamenti da siti che non avevano alcuna relazione con il proprio sito. E’ nata così una pratica scorretta di scambio di link e, in alcuni casi, le persone acquistavano addirittura i link da altri siti creando una sorta di business. Il tutto  a discapito dell’esperienza di navigazione degli utenti. Per questo motivo Google ha iniziato a prestare molta attenzione a queste pratiche ed ha iniziato a sanzionare le società che acquistano link e a penalizzare i siti che utilizzano collegamenti da siti Web non correlati.

Anche la pratica di Guest Post non è consigliabile. Si tratta di creare contenuti gratuiti da offrire ad un altro sito Web o blog in cambio di un collegamento al proprio sito. Questo è stato un metodo di costruzione di link molto popolare per un certo periodo poiché creava un vantaggio per entrambi i siti: uno ottiene contenuti gratuiti da condividere con il proprio pubblico, mentre l’altro guadagna un link di alta qualità. Ma non sempre funzionava così perchè alcuni proprietari di siti hanno approfittato di questa tattica usando contenuti di scarsa qualità e poco utili per gli utenti. Di conseguenza, Google ha iniziato a non gradire nemmeno i Guest Post.

Scrivi ottimi contenuti

Senza la qualità non si otterranno mai buoni risultati! Per ricevere collegamenti da altri siti, devi avere contenuti interessanti, possibilmente originali, scritti bene e ben strutturati.  Assicurati che il tuo sito fornisca una buona esperienza di navigazione, velocità di caricamento, buone informazioni ecc.

Contatta i siti Web che si rivolgono al tuo stesso pubblico

Se conosci le esigenze del tuo target, puoi creare un elenco di siti web che attirano il tuo stesso pubblico e scopri come metterti in contatto con la redazione per chiedere se c’è l’interesse a fare un collegamento con il tuo sito. Se hai dei buoni contenuti da proporre, ci sarà qualcuno interessato a proporli al proprio pubblico. Inoltre, la maggior parte dei blogger e dei giornalisti è sempre alla ricerca di contenuti, quindi potrebbero essere ben felici di parlare del tuo prodotto, servizio o quant’altro tu abbia da proporre.

Studia la concorrenza

Puoi utilizzare strumenti com eSEMrush o Open Site Explorer per scoprire i backlink dei tuoi competitor e creare un’altra lista di siti. Sarà poi necessario fare un’analisi per valutare quali di questi siti abbiano la possibilità di creare del valore aggiunto ai tuoi contenuti.

Anche in questo caso sarà necessario mettersi in contatto, con la consapevolezza che se un sito ha fornito un backlink ad un tuo concorrente, è facile che sia disposto a fornirlo anche a te, sempre che tu abbia un contenuto altrettanto valido da offrire.

 

 

 

Utilizza i social media

Se i tuoi contenuti sono originali e ben strutturati, sarai in grado di raggiungere nuovi segmenti di pubblico (e ottenere link) anche attraverso i social media. Ad esempio su Twitter puoi inviare tweet a persone specifiche a cui pensi che il tuo articolo possa piacere. Anche Facebook è un ottimo canale per ottenere visibilità per i tuoi articoli. Se molti twitteranno e condivideranno i tuoi post, inizierai a ricevere anche altri link.

 

Quanto ti è stato utile questo articolo?