Consulenza SEO: subito un consiglio gratis!

Perchè dovresti aver bisogno di una consulenza?

Una consulenza SEO ti può cambiare la vita se hai un sito e un blog che vuoi far arrivare ai primi posti su Google e guadagnare più visite attraverso il motore di ricerca in modo naturale, organico, senza spendere tanto in annunci pubblicitari.

Per arrivare ad avere un buon posizionamento occorre mettere in pratica le regole e le tecniche della SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca, e questo può essere un lavoro più o meno difficile a seconda dei casi. Ma ci sono anche delle strategie per crescere ed essere competitivi nel mondo digitale.

E’ quindi molto più efficace richiedere una consulenza che affidarsi a dei tools, software o plugin per la SEO, che si basano su degli elementi puramente tecnici collegati esclusivamente alle parole chiave e che non possono essere in grado di adeguarsi ad ogni singola realtà e capire il senso di tutto ciò che la circonda.

Con una consulenza SEO personalizzata si vanno ad effettuare analisi specifiche sulla base del settore di riferimento del sito, analisi tecniche sulla struttura, analisi delle statistiche del traffico, analisi del posizionamento, ricerca delle parole chiave che possono portare il maggior numero di visite… Quindi analisi e ricerca mirata.

Con i risultati di questo studio si va a definire una strategia di ottimizzazione e di posizionamento adatta ad ogni singola realtà,  sito Internet o Blog. Ma oltre a questo, che è un lavoro tecnico e quindi difficile da fare bene se non si è dei professionisti, ai miei clienti fornisco delle linee guida molto utili e importanti che chiunque può essere in grado di seguire per gestire i contenuti e le keywords nel modo corretto, per leggere le statistiche e mettere in pratica consigli su come attrarre sempre più visite, convertirle in contatti e quindi trasformare le visite in potenziali clienti.

Vuoi avere successo sul Web?

INVIAMI UNA RICHIESTA DI PREVENTIVO

Ma adesso… qui… subito e gratis voglio darti un importante consiglio per migliorare la tua presenza online.

Il Web è una realtà in continua evoluzione e devi stare al passo per non rimanere escluso, quindi adesso devi…

rafforzare il tuo brand e curarne la reputation!

Una novità molto impattante che Google ha introdotto con l’algoritmo Hummingbird già nel 2013 è legata al modo in cui si effettuano le ricerche. Hai notato che il motore di Google è cambiato e che ora ci restituisce i risultati delle ricerca in maniera diversa da prima? Magari non ci si fa caso, ma adesso quando apriamo Google veniamo subito proiettati verso la scoperta di qualcosa prima ancora di iniziare a cercare. E’ Google che ci fornisce delle informazioni prima che siamo noi a chiederle, sulla base di diversi fattori come ad esempio il luogo in cui ci troviamo, le ricerche che abbiamo effettuato in precedenza o che altri hanno fatto riguardo lo stesso argomento. E poi c’è la ricerca vocale che sta diventando sempre più importante, sia per il suo utilizzo da mobile sia per il graduale diffondersi degli assistenti digitali. Ed ecco quindi che le singole parole chiave (keywords) non sono più così importanti e vengono sostituite da veri e propri concetti, ovvero entità (entities).

Entity (entità) per Google è un qualcosa o un concetto unico, originale, ben definito e distinguibile. Un’entità è una persona, una cosa, un luogo o un’idea. E’ insomma ciò che può essere definito in maniera univoca. Le entities sono quelle che molto spesso compaiono nella finestrella accanto ai risultati di ricerca con tutte le loro cose correlate (descrizione, link, profili o pagine social, recensioni, foto, localizzazione ecc.) e che nella ricerca da mobile compaiono come suggerimento appena si inizia a digitare una chiave di ricerca.

Certo non tutti hanno i requisiti per diventare delle entities vere e proprie, come i Beatles ;-), ma è importante sapere che tutto quello che c’è di noi o della nostra azienda sul web viene mostrato e valutato nel suo complesso per andare a definire un brand, un marchio. Hai già sentito parlare di “business branding” o “personal branding”? Si tratta proprio di questo, di curare ogni aspetto della propria presenza online rendendo la nostra realtà distinguibile dalle altre attraverso nome e simbolo.

Altrettanto importante è la “brand reputation”, ovvero quello che persone dicono e pensano di te o dei tuoi prodotti, servizi ecc. E’ importante avere una buona reputazione sia per acquisire nuovi utenti che per apparire come soggetto autorevole nei confronti di Google.

Dovrai prima di tutto fare attenzione a controllare le recensioni su ogni canale dove sei presente, rispondere a quelle negative e cercare di ottenerne più possibile di positive. Ci sono alcuni tool che possono aiutarti in questo:

  • Google Alert se ti basta soltanto monitorare le pagine web
  • Mention è un ottimo strumento per monitorare anche i social. E’ un po’ più complesso ed è solo in inglese, francese e spagnolo ma offre molte funzioni utili soprattutto per chi fa blog.
  • Hootsuite è molto più semplice e facile da usare ma ugualmente efficace. Ed è anche in Italiano.

Bene! Ti è stato utile questo consiglio? Spero di sì, ma se vuoi saperne di più puoi tranquillamente

CONTATTARMI