Che cos’è un Web Browser e come funziona

Non tutti sanno che cosa significa esattamente Browser ma tutti quelli che navigano in Internet ne utilizzano uno.

Chrome, Safari, Firefox, Internet Explorer, Edge, Opera sono applicazioni che ci consentono di visualizzare le pagine Web e si chiamano Browser, dal verbo “to browse” che in informatica significa “navigare”.

Come funziona un Browser Web

Abbiamo visto che il browser è un software che serve a visualizzare i siti Internet. Ma… come funziona?

Hai mai visto cosa c’è dietro una pagina Web? Se non lo hai mai fatto prima, prova a mettere il puntatore del mouse in un punto vuoto di una pagina a tua scelta, clicca il tasto destro e dal menù a tendina scegli: “Visualizza sorgente pagina” oppure “Mostra sorgente pagina” o simili.

Ti si aprirà una finestra di questo tipo

Questo è il linguaggio con cui è stata creata la pagina. Si tratta del famoso HTML, di cui avrai già sentito parlare, o forse lo conosci. Brevemente, questo è il linguaggio con il quale vengono definite le modalità di impaginazione grafica, la formattazione dei testi, i colori, l’inserimento delle immagini o di file allegati ecc. ed è composto da tag, o marcatori, contenuti tra i simboli < >. Poi ci sono altri linguaggi di programmazione ma qui entriamo in un argomento specifico per addetti ai lavori che in questo contesto non ci serve conoscere.

Una domanda che sorge spontanea è: dove sta scritto fisicamente tutto questo codice? Da dove arriva questa pagina web?

Quando noi digitiamo l’indirizzo di un sito, o clicchiamo su un link, il nostro Browser (ovvero il software) invia una richiesta ad un hardware (il server).

Il server è una macchina che ospita i file, organizzati in cartelle e sottocartelle, che compongono un sito web. Di solito un server ospita diversi siti ed è identificato da un codice formato da numeri (un esempio a caso 123.456.789.10).

Quindi, quando il dispositivo che stiamo utilizzando (definito client) interroga un server per visualizzare una pagina web, questo gli restituisce un documento in codice di programmazione, simile a quello che abbiamo visto nell’immagine qui sopra. Ecco quindi che entra in funzione il browser che ha il compito di tradurre questo codice in layout grafico in modo che tutti possiamo visualizzare la pagina con il suo menù di navigazione, i testi e le immagini al posto giusto, i colori, gli sfondi, le animazioni ecc. Questo processo di lettura e traduzione si chiama “rendering”.

Quali browser ci sono e qual’è il migliore?

Ci sono almeno una ventina di web browser disponibili, ma ad oggi i più utilizzati sono sostanzialmente Chrome, Safari, Firefox, Edge, Opera.

Fino a qualche anno la differenza tra un browser e l’altro riguardava anche il modo in cui restituivano il risultato del rendering a livello di aspetto grafico. Oggi questa differenza è veramente minima, ma ogni browser ha sviluppato delle estensioni che vanno ad integrare la normale funzione di navigazione e che rendono il software personalizzabile a seconda delle esigenze di ciascuno. Per questo è difficile stabilire quale sia il migliore in assoluto.

C’è un problema che si può riscontrare sull’utilizzo del browser. Ci sono infatti dei casi in cui le applicazioni web che ci interessano ci consigliano il browser da utilizzare (vedi i siti di home banking per esempio). Questo succede principalmente perchè alcuni sistemi operativi in uso dagli utenti sono obsoleti o hanno installate delle versioni di browser non aggiornate ed il sistema che dobbiamo utilizzare è stato sviluppato sugli standard delle tecnologie più recenti. Occorre quindi adeguarsi.

Internet Explorer, il più vecchio

Il caso più comune di browser non gradito riguarda Internet Explorer, che è stato uno dei primi e, sviluppato per il sistema operativo di Microsoft, era installato di default con Windows. Molte persone negli anni si sono abituate ad utilizzarlo ed alcuni ancora associano IE al collegamento ad Internet, senza sapere che ci sono altri software. Ormai Explorer, che ultimamente veniva tacciato di obsolescenza per non essere rimasto al passo con gli standard più recenti, è stato abbandonato e sostituito con Edge, il nuovo browser di Microsoft.  – Anche se dire che sia stato abbandonato non è del tutto vero perchè è ancora incluso nel pacchetto Windows 10 ma viene utilizzato prevalentemente dagli sviluppatori per testare i siti web o da alcuni software o gestionali che, sviluppati con IE, non sono ancora pronti per passare su un altro browser. –

Quindi, se ancora stai utilizzando Explorer, ti consiglio di crearti un’alternativa e scaricare prima possibile un altro browser web tra quelli più popolari. Vediamo quali sono.

Google Chrome

E’ uno dei più utilizzati ed è sempre aggiornato agli ultimi standard del web, ma del resto dietro c’è Google e non potrebbe essere altrimenti ;-). Si aggiorna in automatico, è molto veloce e funziona sia su Windows che su macOS e su tutti i dispositivi mobili. Inoltre, tramite l’account gmail è possibile averlo sincronizzato su tutti i nostri device.
Per quanto riguarda le integrazioni c’è il chrome web store con un catalogo di applicazioni, estensioni e temi da installare.

SCARICA QUI GOOGLE CHROME

Imposta Chrome come browser predefinito

Come già detto in precedenza, quello di Google è il browser più popolare ed utilizzato e proprio per questo, se ancora non lo hai fatto, penso che ti sia utile sapere come impostare anche tu Chrome come  browser predefinito, ovvero che tutti i link e i file html sui quali clicchi ti si aprano automaticamente con Chrome. Non occorre fare giri dell’oca sul PC o sul Mac per attivare questa impostazione. E’ molto più semplice: devi solo aprire il browser e poi il menù a tendina che trovi in alto a destra con l’icona a tre puntini Clicca su Impostazioni e scegli le opzioni che preferisci tra quelle proposte, ma soprattutto clicca sul pulsante “Imposta come predefinito”… ecco fatto!

Su iPhone e iPad il browser predefinito è Safari di Apple e non si può cambiare, ma puoi comunque scaricare e installare la app di Chrome.

Sui dispositivi Android fai touch su un link a caso che trovi in un’applicazione che non sia un browser e poi seleziona Chrome tra le opzioni suggerite. Fai tap su “Sempre” ed avrai impostato Chrome come browser predefinito.

Se accedi con il tuo account di Google, il browser Chrome si sincronizza su tutti i tuoi dispositivi così potrai ritrovare sempre le tue impostazioni, i preferiti, la cronologia…

Mozilla Firefox

Funziona su tutte le piattaforme ed è stato sviluppato da Mozilla

Firefox è uno dei primi 3 browser più popolari al mondo. Le principali caratteristiche chiave che hanno reso questo browser così popolare sono l’interfaccia utente semplice ed efficace, la velocità e le potenti funzionalità in fatto di sicurezza.

E’ anche un browser particolarmente utilizzato dagli sviluppatori web grazie al suo sviluppo open source e ad una comunità attiva di utenti avanzati.

La casella dell’URL di Firefox include la ricerca diretta di Google e una funzione di previsione / cronologia automatica chiamata Awesome Bar. Sul lato destro della casella dell’URL sono presenti i pulsanti di segnalibro, cronologia e aggiornamento. A destra della casella dell’URL è presente una casella di ricerca che consente di personalizzare le opzioni del motore di ricerca. Un pulsante di visualizzazione controlla ciò che vedi sotto l’URL. Accanto a questo hai la cronologia dei download e i pulsanti home.

Mozilla Firefox vanta un’eccellente velocità di caricamento della pagina. Anche se molti sostengono che  la velocità di avvio sia tra le più veloci che si possano trovare, la mia esperienza non mi permette di confermarlo perchè l’ho sempre trovato molto più lento in fase di avvio sia di Chrome che di Safari. Forse questo è dovuto al fatto che ci sono frequenti aggiornamenti che partono in automatico. Rimane comunque un ottimo browser che utilizzo molto spesso.

Dal punto di vista della sicurezza, Firefox è stato il primo browser a introdurre una funzione di navigazione privata che ti consente di utilizzare Internet in modo anonimo e sicuro. Cronologia, ricerche, password, download, cookie e contenuti memorizzati nella cache vengono tutti rimossi allo spegnimento. Questo riduce al minimo le possibilità che un altro utente rubi la tua identità o trovi informazioni riservate. La sicurezza dei contenuti, la tecnologia anti-phishing e l’integrazione antivirus / antimalware assicurano che la tua esperienza di navigazione sia il più sicura possibile.

Una delle migliori funzionalità dell’interfaccia utente di Mozilla Firefox è la personalizzazione. Basta fare clic destro sulla barra degli strumenti di navigazione per personalizzare i singoli componenti. Puoi trovare anche componenti aggiuntivi migliaia di temi personalizzabili.

SCARICA FIREFOX

Microsoft Edge utilizzato per sostituire Internet Explorer, con Windows 10

Safari è il browser di Apple per computer e dispositivi mobili

Sai che cos’è e come funziona un motore di ricerca?

SCOPRILO QUI