Come fare una buona analisi delle parole chiave

Parole chiave, ricerca e strategia

Se vogliamo dare una definizione al significato di fare una ricerca per parole chiave, possiamo dire che si tratta di un’attività che ha come scopo la creazione di un ampio elenco di parole chiave per le quali si desidera raggiungere un buon posizionamento su Google per un determinato sito internet.

La strategia comprende tutte le decisioni che vengono prese per raggiungere lo scopo sulla base della ricerca effettuata.

Detto così può sembrare una cosa semplice, invece non lo è proprio!

Non si tratta solo di cercare delle parole, ma di capire, attraverso l’analisi, ciò che il nostro pubblico realmente cerca sul web e di conseguenza scoprire per cosa conviene o non conviene investire per essere posizionati ai primi posti su Google.

Prima di iniziare a fare ricerche e analisi, è importante avere ben presente qual’è lo scopo del sito. Se la mission è quella di attrarre il maggior numero di visite, andremo a cercare le keywords con il maggior volume di ricerca e gli argomenti di tendenza nel periodo. E’ il caso, ad esempio, dei blog o dei siti che fanno business con gli annunci. Se invece dobbiamo cercare nuovi contatti e potenziali clienti, o vendere prodotti e servizi, dobbiamo fare un’analisi più approfondita e capire cosa cercano gli utenti sul web e chi sono i nostri competitor, come si comportano e come possiamo differenziarci.

Una corretta ricerca delle parole chiave deve servire a comprendere quali termini di ricerca vengono utilizzati dal tuo pubblico. E questo è molto importante!

Mi capita spesso di ricevere da parte dei clienti delle richieste di posizionamento per specifiche parole che loro ritengono essere le più importanti per la loro attività, ma poi scopriamo che i loro utenti per la maggior parte usano delle keywords completamente diverse. E’ ovvio che ottimizzare un sito per parole che le persone non usano non ha senso. Ecco perchè, come prima cosa, è importante fare una buona ricerca di parole chiave e assicurarsi di rispondere alle richieste che il tuo pubblico di riferimento usa fare su Google.

Ci sono diversi sistemi e strumenti per fare questo tipo di ricerca e qui ti illustrerò quelli che utilizzo io.

Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Ads

Con lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Ads puoi trovare parole chiave nuove e correlate. Non devi però utilizzarlo per conoscere il volume di ricerca perchè questi dati qui sono significativi solo se devi fare annunci pubblicitari. Quindi ti consiglio di utilizzare Google Ads Keyword Planner solo per trovare idee per potenziali parole chiave.

Google Trends

Google Trends ti consente di confrontare il traffico per gruppi di parole chiave. Puoi persino vedere la differenza per numerose regioni geografiche. È molto importante controllare Google Trends se ti aspetti che alcune delle tue parole chiave siano stagionali.

Google Keywords suggest

Quando inseriamo un termine di ricerca su Google, il motore ci propone una serie di altre parole correlate che vengono selezionate sulla base delle ricerche effettuate da altri utenti per lo stesso argomento. Andando ad approfondire ogni singola composizione di keywords possiamo ottenere un buon elenco di parole chiave a coda lunga, ovvero composte da più parole insieme.

Parole chiave a coda lunga

Le chiavi di ricerca più specifiche, e quindi di solito più lunghe, vengono definite parole chiave a coda lunga. Quanto più lunghi, e quindi più specifici, sono i termini di ricerca, tanto più facile sarà posizionarsi ai primi posti su Google perché le parole chiave a coda lunga sono più specifiche, o meno comuni, e vanno ad identificare una nicchia di pubblico. Quindi, soprattutto in un mercato altamente competitivo, le parole chiave a coda lunga sono indispensabili.

Ma, oltre ad un risultato di ranking generalmente più facile da raggiungere, un altro motivo non meno importante per preferire le parole chiave a coda lunga è che le conversioni sono di solito più elevate.

Perchè è più facile posizionarsi con la coda lunga

A fronte di un buon lavoro di analisi e ottimizzazione a di un contenuto di qualità, è di solito più facile posizionarsi bene per parole chiave a coda lunga, piuttosto che per parole chiave comuni, perché più si va nello specifico e minore è un il numero di siti Web con i quali competere. Quindi, quanto più lunghi e più specifici sono i termini di ricerca, tanto più facile sarà il posizionamento. L’importante è che questi termini siano strettamente correlati all’argomento che tratta il tuo sito, altrimenti ti starai rivolgendo al target sbagliato, è chiaro!

Conversioni più elevate

Un altro vantaggio di concentrarsi sulle parole chiave a coda lunga è che il visitatore che trova il tuo sito Web è realmente a qualcosa di specifico che tu proponi e quindi è più probabile che effettuerà un acquisto o che ti invierà una richiesta.

Più sono lunghi e specifici i termini di ricerca, maggiori sono le possibilità di conversione perché le persone che usano un termine molto specifico hanno un’idea ben chiara di ciò che stanno cercando. E le persone che sanno cosa stanno cercando sono molto più inclini all’acquisto! Le parole chiave a coda lunga si concentrano quindi su un piccolo gruppo di persone, ma motivate.

Preparasi a competere

Concentrarsi sui termini della coda lunga è una buona strategia iniziale. Se riuscirai a dominare un settore di mercato a coda lunga per un po’ di tempo, avrai la possibilità di analizzare le tue statistiche e trovare idee per provare a scalare mercati con un pubblico più ampio e più competitivo.

Alcuni mercati sono altamente competitivi, con grandi aziende che dominano i risultati della ricerca perché di solito hanno un buon budget da investire nel marketing in generale e nella SEO in particolare. Competere in questi mercati è difficile, quindi è difficile anche posizionarsi su Google per questi mercati.

Per riuscire ad emergere in un mercato competitivo, probabilmente dovresti iniziare in piccolo rivolgendoti ad una nicchia di quel mercato. Una volta che sarai riuscito a dominare una parte di quella nicchia e ti sarai fatto un nome, potresti provare a salire di livello rivolgendoti ad un pubblico più generico e quindi più ampio.

Riassumendo…

La definizione della tua mission, in cui stabilisci quali siano le peculiarità del tuo prodotto, servizio, sito o blog, è la base da cui partire per la scelta delle parole chiave a coda lunga per le quali vale la pena di posizionarti.

Posizionare il tuo sito Web per una keyword specifica può essere redditizio, purché questo termine specifico corrisponda esattamente a ciò che stai proponendo.

Le persone che trovano il tuo sito Web utilizzano termini specifici potrebbero avere un volume relativamente basso, ma queste persone saranno più inclini ad una conversione o a fidelizzarsi.