Come ottimizzare un sito

No ratings yet.

Come  spiego nell’articolo su come arrivare al primo posto su Google, i requisiti fondamentali che ogni sito deve avere per avere un buon posizionamento sono:

  1. contenuti di qualita’
  2. Elementi html ben organizzati
  3. velocità di caricamento “page speed”
  4. ottimizzazione per il mobile

L’aspetto grafico in questo caso non conta perché i robots dei motori di ricerca non vedono i siti come li vediamo noi, ma li valutano attraverso il codice di programmazione e la parte testuale.

Quindi, se vogliamo ottimizzare un sito, come prima cosa dobbiamo fare un’analisi per verificare il suo “stato di salute”.

Cosa si deve fare se sono stati riscontrati dei problemi?

Prendiamo come esempio  un sito di recente costruzione e creato con wordpress, una delle piattaforme più utilizzate anche dai meno esperti, che sia responsive, graficamente gradevole e curato e che a prima vista può sembrare fatto bene. Da un’analisi in ottica SEO però presenta diversi difetti di costruzione, è lento da caricare e non risulta indicizzato su Google.

Il sito ha in totale 5 pagine e non contiene i metatags title e description e gli altri elementi html ottimizzati per le parole chiave.

Il rapporto testo/HTML è  inferiore al 15% e  registra soltanto 2 link da siti esterni (backlink)

Non ha un file sitemap.xml e non risulta registrato su Google e Bing.

Praticamente un bel sito che nessuno trova e che non porterà nuovi clienti all’azienda.

Vediamo quali sono gli interventi necessari in un caso come questo.

 

OTTIMIZZARE HTML E CONTENUTI

Bisogna fare una ricerca delle parole chiave più rilevanti per l’attività, rivedere la struttura del sito inserendo gli elementi html per la SEO, modificare la home page ottimizzando anche i testi sulla base delle parole chiave principali ed aggiungere più testo.

INSERIRE I META TAGS

Sulla base delle parole chiave individuate, vanno creati i meta tags title e description ottimizzati per ogni pagina

MIGLIORARE LA VELOCITA’ DI CARICAMENTO

E’ necessario ottimizzare le immagini ed eliminare i plugin non necessari per alleggerire il codice di programmazione della pagina. Se il problema riguarda anche le prestazioni a livello server, andranno implementati altri plugin che permettano di risolvere più possibile il problema.

INSERIRE UN MODULO DI CONTATTO VELOCE

Per cogliere al volo ogni opportunità di contatto, occorre creare un modulo di richiesta veloce da compilare e che rispetti le normative sulla privacy.

REGISTRARE IL SITO SU GOOGLE E BING

Questi sono i motori di ricerca dove bisogna essere assolutamente presenti. Per la registrazione bisogna creare una sitemap.xml e sottoporla ai motori, assieme al file robots.txt per una corretta indicizzazione.

AUMENTARE LA POPOLARITA’ DEL SITO

Attraverso nuovi backlink: la ricerca di siti ai quali richiedere un link è un lavoro che deve essere fatto in parte anche dal proprietario del sito, con le dovute valutazioni perchè i link devono essere pertinenti all’attività svolta e devono provenire da siti autorevoli.

Attraverso i social network: è necessario sfruttare i canali social, soprattutto Facebook e Google Local, per aumentare la visibilità.

 

 

Quanto ti è stato utile questo articolo?